Pubblicato da: Massimiliano Neri | 2 febbraio 2008

Austrian Money Supply

La definizione austriaca di offerta monetaria da sempre apre dibattiti all’interno della stessa Scuola Austrica. Gli stessi argomenti per sostengono la critica ai vari M1, M2, M3, MZM si abbattono puntualmente come un boomerang sull’austriaco di turno che ci prova.

Sui mercati tuttavia se non si è un po scaltri non si va da nessuna parte. Avanti allora con una definizione che consenta studi empirici austriaci sull’andamento della moneta . Come detto, non c’è un coro unanime. Ci sono i fondamentali, tentativi accademici più moderni, e poi c’è Frank Shostak.

Fondamentali:

Contributi accademici moderni:

Shostak:


Responses

  1. […] indicatori  dell’evoluzione dell’offerta monetaria. Avevo già avuto modo di fare notare  che questi sono quanto di più vicino ad un indicatore aggregato della massa monetaria che sia […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: