Pubblicato da: Massimiliano Neri | 6 maggio 2008

Fine della dipendenza dal petrolio arabo?

In questi giorni e’ stata annunciata la scoperta in Brasile di due dei piu’ grandi giacimenti petroliferi identificati negli ultimi 30 anni. Lo riporta Bloomberg con un articolo che vince il premio di fantapolitica della settimana: “Brazil Oil Finds May End Reliance on Middle East

La notizia e’ commentata da Peter Zeihan, vicepresidente della Strategic Forecasting (Texas), secondo cui la scoperta potrebbe porre fine alla dipendenza dell’occidente dal petrolio del golfo persico.

Se le conseguenze economiche per noi sarebbero positive (meno guerre, benzina meno cara, etc.), dall’altra le conseguenze politiche non sarebbero altrettanto rosee:

  • Cina e India diverrebbero gli acquirenti dominanti del petrolio arabo
  • Gli USA ridurrebbero notevolmente la loro presenza militare in medio oriente, rendendo la regione piu’ instabile e aperta a conflitti endogeni (arabo-asiatici)
  • il mondo occidentale passerebbe a dipendere dal petrolio islamico al petrolio di stato dei regimi comunisti sudamericani (del quale il Brasile di Lula rappresenta l’avamposto piu’ liberista…)

Gli USA importano ogni giorno 10 milioni di barili di greggio, due terzi del fabbisogno americano (cifre dell’Energy Department di Washington) L’Arabia Sudita rappresenta il secondo fornitore americano, dietro al Canada.

La scoperta e’ stata fatta dalla Petroleo Brasileiro, di proprieta’ pubblica, conosciuta anche come Petrobras. Attualmente il Brasile copre solo l’1,7% delle importazioni americane di greggio, ma Zeihan sostiene che

“The finds they’ve got so far are just the tip of the iceberg. Brazil is going to change the balance of the global oil markets, and Petrobras will become a geopolitical supermajor.”


Responses

  1. Salve, oggi ho scoperto il suo blog…ricco di appunti e opinioni..
    Da ex studente di economia era inevitabile che finivo su questa pagina..
    Non conoscevo la vostra scuola…io abito a Bergamo..
    Ma è fantapolitica il nuovo giacimento o….??
    Petrobas è stata di recente aquisita tra l’altro da Eni spa, al prezzo di circa 9 volte l’ebidta.
    Cioè il Brasile ha svenduto il suo asset ad un’azienda europea???mah
    Saluti…da Bergamo…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: