Pubblicato da: Massimiliano Neri | 23 settembre 2008

Seminario Austriaco a Roma: aggiornamento

Missione
La missione del seminario è quella di formare a Roma un gruppo di esperti nel campo delle scienze sociali con una solida base “austriaca”.
Si propone di realizzare la propria missione diventando un evento permanente, privato a invito, sistematico, in cui si presentano e si discutono sia classici del pensiero austriaco sia articoli contemporanei di livello accademico. Prevede un numero ridotto di partecipanti, per creare un ambiente in cui si favorisce la partecipazione attiva, intervenendo nelle discussioni e presentando temi precedentemente concordati.

Logistica

  • cena in Trastevere il 2 ottobre per conoscersi e raccogliere feedback sul temario
  • Inizio lunedi’ 13 ottobre 2008 alle 20:00 (orario da confermare) per una durata di un’ora e mezzo.
  • Si articolera’ in 13 sessioni, da Ottobre a Maggio
  • Si dovrebbe svolgere nei locali della sede romana dell’editore Rubettino, il lunedì o giovedì dopo la Scuola di Liberalismo, da Ottobre a Maggio
  • Il Seminario Austriaco gode del patrocinio dell’Istituto Bruno Leoni.

Temario

  • Sara’ presentato e discusso in 8 sessioni Man, Economy and State di Murray Rothbard.
  • Alla prima sessione del 13 ottobre sara’ presentata la “storia del seminario di Mises” e la “storia di Man, Economy and State”.
  • Le altre 4 sessioni saranno dedicate a temi multidisciplinari afferenti alla teoria austriaca (in via di definizione). Una di queste sara’ dedicata all’analisi dell’attuale crisi finanziaria.

Il Privatseminar di Mises
Il seminario di Mises iniziò nel 1920 a Vienna, dove terminò nel 1934. Nell’ufficio privato di Mises si riunivano i più grandi intellettuali dell’epoca, la maggior parte di questi appartenenti alla Scuola Austriaca di Economia. Si incontravano di venerdì, ogni due settimane, dalle 19 alle 21.30/22 per poi continuare le accese discussioni al ristorante italiano Anchora Verde fino alle 23.30 e successivamente al Café Künstler, che Mises non lasciava mai prima dell’1 del mattino.
Dopo il trasferimento di Mises negli Stati Uniti, nel 1945 il seminario riprese presso la New York University. Attraeva i più importanti intellettuali dell’epoca interessati al laissez-faire dal punto di vista scientifico. Questi, dopo il seminario nelle aule dell’universitá proseguivano la serata al Child’s Restaurant e successivamente al Café Lafayette.
Composto da un massimo di 20 partecipanti, il seminario di Mises prevedeva visiting guests occasionali, specialmente negli anni ’30. Aveva una portata multidisciplinare (dalla filosofia, all’epistemologia, alla teoria economica, ai vari rami della ricerca storica, etc.) e ogni anno prevedeva un approfondimento monografico (molto gettonate erano la metodologia, le politiche economiche e le politiche monetarie). Una sessione del seminario prevedeva o una lezione di Mises o un paper presentato da uno dei partecipanti e le presentazioni erano programmate fino ad un anno in anticipo.

Nicola Iannello
Massimiliano Neri

ps: gli interessati che non ci avessero ancora contattato, sono invitati a farlo.


Responses

  1. Complimenti per l’iniziativa.

    Verrei sicuramente… se non vivessi all’estero.

    Auguri per il successo dell’iniziativa.

  2. Se le sessioni saranno nei giorni feriali taglierete fuori i fuori sede😦

  3. Io verrei volentieri. Segnatemi, scrivetemi una mail, sul blog… vedete un pò…

  4. Caro Massimiliano,
    dove si terrà il seminario di lunedì 13 alle 20?
    voglio esserci.
    ciao
    Luigi bottai


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: