Pubblicato da: Massimiliano Neri | 1 ottobre 2008

Cosa dicono della crisi i commentatori liberali

Articolo deludente di Vittorio Macioce: “se il capitalismo diventa cattivo

Vittorio Macioce si accoda alla calca di quelli che vorrebbero difendere il mercato ma nei momenti di crisi non se la sentono fino in fondo. La loro e’ una fede nel mercato, non accompagnata da una sufficiente comprensione delle sue dinamiche per capire che questa crisi NON E’ COLPA DEL MERCATO.

Macioce si accoda a coloro che credono che una societa’ basata sul libero mercato e’ endogenamente destinata a marciare a forza di alti e bassi, dove le crisi arrivano a causa degli eccessi di imprenditori che violano le regole deontologiche, guidati esclusivamente da una brama omicida per il profitto.

Peccato, speriamo di fare cambiare idea a questo grande giornalista.

Della Vedova scoperchia una parte degli eccessi interventisti che hanno causato questa crisi: “L’UE ringrazi di avere avuto una BCE davvero monetarista, altro che la FED“. L’analisi del problema FED e’ corretta, l’idea che rigore monetario faccia il paio con scuola monetarista di Chicago, invece, e’ un’ingenuita’. Vedasi intervista a Friedman.

Mica male Giannino! In “La lezione americana” appoggia esplicitamente la bocciatura del piano Paulson…


Responses

  1. Nel mio piccolo, anche io ho bocciato il piano Paulson e spiegato la crisi di mercato come un problema di fiat money e moral hazard


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: